Alcune persone sono più inclini di altre a soffrire di crampi notturni, o sindrome delle gambe senza riposo, un disturbo neurologico doloroso e frustrante che tende ad intensificarsi durante la notte, privando i malati di sonno. Per alleviare questi dolori fastidiosi e aiutarti a trovare un sonno ristoratore, ecco un consiglio efficace a base di sapone.

La sindrome delle gambe senza riposo o parestesia notturna degli arti inferiori, comunemente nota come malattia di “Willis-Ekbom”, è caratterizzata dall’urgenza di muovere le gambe e talvolta anche le braccia, per dissipare le sensazioni di formicolio o bruciore provate dal malato.

Questo irresistibile bisogno di movimento è accompagnato da disturbi sensoriali che vanno dal disagio al dolore. Di solito si verificano a riposo o durante i periodi di inattività, questi sintomi influenzano la qualità del sonno nel tempo.

Cause della sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo è esacerbata da condizioni sottostanti, tra cui:

  • carenze minerali
  • diabete
  • insufficienza renale
  • la gravidanza
  • disturbi del sistema nervoso
  • assunzione di determinati farmaci (contro crisi epilettiche, psicosi o nausea, ecc.)

Per ridurre il dolore di questi crampi, ti offriamo di seguito un trucco magico naturale da provare.

Il trucco di una nonna per alleviare il dolore

Incredibile ma vero, il rimedio salvavita è contenuto nel sapone di Marsiglia. Poiché questi crampi sono favoriti da una carenza di potassio, la potassa contenuta nel sapone di Marsiglia aiuta a debellarli. Metti una saponetta tra le lenzuola, dopo averla accuratamente avvolta in una calza di nylon. Non appena avvertite un crampo, avvicinatevi al sapone, quest’ultimo rilascerà il potassio che la zona interessata assorbirà e il dolore si attenuerà come per magia. Dovrai solo tornare a dormire sonni tranquilli.

C’è un’altra alternativa per chi preferisce tenere il sapone per la doccia: una calamita di buone dimensioni, nascosta ai piedi del letto, farà lo stesso effetto.

Come prevenire l’insorgenza dei crampi notturni

Chi di noi non è stato svegliato nel cuore della notte da un dolore debilitante e lancinante al polpaccio? Crampi notturni brutali ed estremamente dolorosi sono un altro fenomeno che rovina le nostre notti. Durano tra i 30 secondi e i 10 minuti e svaniscono spontaneamente lasciando una sensazione di disagio che può persistere per ore.

Le donne incinte, gli atleti e gli anziani sono i più colpiti da queste improvvise ma benigne contrazioni muscolari a seguito di intenso sforzo fisico, mancanza di idratazione, stretching mal eseguito, carenza di oligoelementi (calcio, potassio, magnesio), troppe tossine nell’organismo, mantenere una postura scorretta, indossare scarpe non adatte o scarsa circolazione sanguigna.

Non c’è alcun vero motivo di preoccuparsi se di tanto in tanto compare un crampo, ma se il fenomeno si moltiplica e persiste, è urgente consultare per assicurarsi che non cova una patologia più grave come disturbi reumatici o insufficienza venosa.

Azioni da intraprendere in caso di crampi

Siediti o sdraiati, afferra le dita dei piedi e allunga lentamente le gambe spingendo verso l’alto il piede, usando un asciugamano. Massaggiare delicatamente o applicare impacchi caldi sul muscolo contratto.

Prevenire è meglio che curare

Una dieta equilibrata, una buona idratazione, al ritmo di un litro e mezzo di acqua al giorno e una dieta ricca di frutta e verdura per non mancare di oligoelementi aiutano a prevenire i crampi muscolari.

Altrettanto importante è dare un pedale morbido al superlavoro fisico, all’assunzione eccessiva di te , alcol e caffè che ritardano l’eliminazione delle tossine e disidratano il corpo.

Mangia anche più cibi anti-crampi. Pensa ai succhi di frutta per facilitare l’eliminazione delle tossine nell’organismo, ai prodotti delle api, ricchi di sali minerali e alla frutta secca per il loro contenuto di calcio e potassio. Riduci il consumo di carni rosse, interiora e salumi ricchi di azoto e di tossine difficili da eliminare per l’organismo.

L’interruzione di farmaci come quelli per l’asma, i farmaci per abbassare il colesterolo, i diuretici e i lassativi può alleviare i sintomi di questo disturbo. Chiedi consiglio al tuo medico.

Le persone inclini a questo disturbo dovrebbero anche assicurarsi di fare bagni caldi prima di andare a letto, eseguire esercizi di stretching per migliorare la circolazione sanguigna e massaggiare con olio di arnica.